Mister Web Mister Web

Poca sicurezza nell’indotto della Geofor

Valdera – “Troppi incidenti nell’igiene urbana. Manca la sicurezza  nell’indotto Geofor. Negli anni scorsi i Cobas hanno fatto numerosi  esposti alla Asl per tutelare i lavoratori della igiene urbana. Per  esempio, i lavoratori non debbono stare dietro le pedane dei mezzi,  l’autista non può lasciare incustodito il camion per effettuare la  raccolta porta a porta, un solo operaio non può movimentare (da solo) i  cassonetti perchè il peso degli stessi è troppo elevato e, in tal caso,  sono violate le più elementari normative di sicurezza.
Ma ci sono problemi ancora più gravi, per esempio ogni  lavoratore deve essere, per legge, informato, formato e addestrato, ma  non sempre tempestivi e sufficienti sono i corsi di formazione.
Esiste poi una contraddizione tra quanto ci viene insegnato e la  effettiva organizzazione del lavoro visto che numerose aziende o  cooperative non mettono i lavoratori nella condizione di operare  rispettando le normative di sicurezza previste dalla 626\94 e dal Testo  8. In pochi conoscono le Statistiche Inail dalle quali si evince che  l’industria dei rifiuti solidi urbani ha prodotto, dal 2004 al 2008,  circa 55mila infortuni sul lavoro. Pochi sono gli incidenti gravi ma  elevata rimane la frequenza infortunistica in questo settore: ben 110,17  casi di indennizzati ogni 1000 addetti contro i 29,08 del complesso  Industria e Servizi.
E le cause di infortunio più frequenti sono rappresentate dalla raccolta  manuale, dallo spazzamento manuale e dalla circolazione stradale che,  insieme, sono i due terzi degli infortuni totali denunciati.  Altro discorso sono i rischi biologici o i rischi derivanti dalla  movimentazione dei carichi, dai rumori, dallo stress lavoro correlato,  per non parlare dei rifiuti speciali per i quali occorrono elevate  protezioni.
Non mancano poi i casi di mezzi con trasporto di Rifiuti solidi  urbani radioattivi, rifiuti sui quali bisogna fare immediata chiarezza  soprattutto per verificare le ricadute sulla salute degli autisti e  degli operatori addetti agli stessi mezzi o presenti nel cantiere di  provenienza dei rifiuti. Oggi più che mai la salute e la sicurezza dei  lavoratori dell’igiene urbana è a rischio. Tuteliamoci con i Cobas”.

Be Sociable, Share!
Scritto da Redazione Pisa il 03 giugno 2010 nella categoria Attualità, VALDERA. Puoi seguire i commenti a quest'articolo tramite RSS 2.0 feed RSS. Puoi lasciare un commento, o un trackback dal tuo sito/blog.
Be Sociable, Share!

Lascia un commento