Mister Web Mister Web

Nube vulcanica: in Toscana quasi 4 milioni di euro al giorno di danno

La nube vulcanica

Ammontano a 3,8 milioni di euro al giorno, in termini di perdita di valore aggiunto, i danni provocati al sistema economico toscano per i voli bloccati a causa della nube vulcanica dell’Islanda. E’ la stima, informa una nota della Regione Toscana, di Irpet. Secondo l’istituto i danni specifici per gli utenti che non possono volare è di circa 250 mila euro per ogni giorno di blocco, a cui si sommano i mancati arrivi giornalieri nei due scali toscani: si stimano meno 11 mila passeggeri a Pisa e meno 4.500 a Firenze.

Sul fronte ambientale la Regione, con le proprie strutture tecniche sta monitorando costantemente e attentamente il fenomeno della nube di cenere del vulcano islandese, che questa sera sembra aver raggiunto il territorio toscano. Le 72 stazioni di monitoraggio dell’aria, di cui 26 inserite nella rete regionale dell’Arpat, sono lo strumento per rilevare la presenza di polveri PM 10 e PM 2,5 e di altre sostanze inquinanti come il biossido di zolfo. Al momento non sono segnalati aumenti di queste sostanze attribuibili alla nuvola e la situazione indica livelli di inquinamento piuttosto contenuti”. La situazione può essere verificata in tempo reale sul sitowww.arpat.toscana.it

Intanto un sito per essere informati sull’emergenza trasporti causata anche in Toscana dall’eruzione del vulcano islandese viene messo a disposizione dalla Regione Toscana, all’interno di www.turismo.intoscana.it/transport per quanti devono usare l’aereo per turismo o per lavoro e per gli operatori turistici.

Coloro che sono in difficoltà, viene spiegato, possono consultare la pagina e trovare le informazioni sulla situazione degli aeroporti italiani ed europei, il monitoraggio delle stazioni meteo in tempo reale, eventuali foto e video fatte dagli utenti, link ai siti delle associazioni dei consumatori, analisi degli operatori turistici per quanto riguarda prenotazioni e rimborsi. Il sito è in lingua inglese e verrà costantemente aggiornato fino alla fine dell’emergenza. Informazioni sono disponibili anche sui principali social network.

La Regione raccomanda agli operatori del sistema alberghiero di mettere in campo una forte disponibilità a mantenere vivo il rapporto con i clienti che hanno dovuto rinunciare a partire, per esempio offrendo pacchetti più vantaggiosi di quelli disdetti a causa dell’emergenza.

Be Sociable, Share!
Scritto da Redazione Pisa il 20 aprile 2010 nella categoria Cronaca, Dalla Provincia, Economia, Prima Pagina. Puoi seguire i commenti a quest'articolo tramite RSS 2.0 feed RSS. Puoi lasciare un commento, o un trackback dal tuo sito/blog.
Be Sociable, Share!

Lascia un commento