Mister Web Mister Web

Alluvione Serchio: Parte dei cittadini non possono essere rimborsati

Pisa -Ad oggi sappiamo che avremo a disposizione soltanto 70 dei 141 milioni necessari per far fronte agli interventi effettuati in ‘somma urgenza’ e per concedere contributi a famiglie e aziende. Stamattina in sede di Comitato istituzionale abbiamo deciso che per il momento possiamo rimborsare loro la metà dei danni che hanno subito”. Lo ha detto il commissario per il superamento dell’ emergenza-alluvione, Enrico Rossi, in merito alla situazione finanziaria del post maltempo in Toscana, dopo le alluvioni del dicembre e gennaio scorsi.

E’ di circa 517 milioni la stima complessiva dei danni, subiti da 9 delle 10 province toscane (Livorno esclusa) e da 169 dei suoi 287 Comuni. Il Comitato istituzionale si è riunito stamattina presso la presidenza della Regione: erano presenti i presidenti e i rappresentanti delle province di Pisa, Massa Carrara, Lucca, Prato e Pistoia e quelli di Anci e Uncem. Rossi ha spiegato che il Cipe, il Comitato interministeriale per la programmazione economica, ha approvato lo stanziamento di 52 milioni per coprire gli interventi di somma urgenza, che va ad aggiungersi ai 18 già a disposizione (12 dal governo, 4 dalla Regione, 2 dalla Protezione civile), ma che “sono soldi non ancora disponibili perché dopo la delibera del Cipe serve l’ordinanza del capo della Protezione civile Guido Bertolaso. Noi sollecitiamo quotidianamente gli uffici e speriamo di avere la disponibilità al più presto”. Appena “arriveranno da Roma”, è stato spiegato, alle famiglie andranno 5,6 dei circa 11 mln richiesti per rimborsi dei danni subiti ai beni immobili; alle imprese 34 dei 68,5 mln richiesti. Gli interventi di somma urgenza, conclusi entro il 21 marzo, per oltre 33 mln, verranno pagati per circa il 90% del totale. Le somme urgenze attualmente in corso ammontano invece a circa 26 mln. La Toscana aveva poi messo a disposizione 58 mln per interventi contro il rischio idrogeologico e Rossi ha spiegato che “l’assessore all’ambiente comincerà gli incontri con gli enti locali per erogare i finanziamenti, ma auspichiamo che anche il Ministero dell’Ambiente stanzi almeno altri 58 milioni”. Sempre oggi, infine, si informa in una nota, Pieraldo Ciucchi, consigliere regionale e segretario del Psi toscano, ha presentato una interrogazione per chiedere al presidente Rossi “un intervento deciso” da parte della Regione per risolvere “la grave situazione venutasi a creare a seguito dell’alluvione del Serchio del 25 dicembre scorso” e “per chiarire le modalità di erogazione dei fondi in risarcimento alle famiglie e alle aziende colpite”.

Be Sociable, Share!
Scritto da Redazione Pisa il 18 maggio 2010 nella categoria Attualità, Dalla Provincia, Economia. Puoi seguire i commenti a quest'articolo tramite RSS 2.0 feed RSS. Puoi lasciare un commento, o un trackback dal tuo sito/blog.
Be Sociable, Share!

Lascia un commento