Mister Web Mister Web

Pisa: dipendenti FS protestano alla stazione

La stazione di Pisa

Pisa – Un presidio e un volantinaggio per criticare i licenziamenti di 11 apprendisti delle Ferrovie dello stato sono stati organizzati stamani davanti alla stazione centrale di Pisa dal comitato Assemblea 29 giugno che riunisce dipendenti delle Fs e cittadini di Viareggio colpiti dal disastro ferroviario del 29 giugno 2009.

Secondo Assemblea 29 giugno, i licenziamenti nelle Fs minano le politiche per la sicurezza. “Questi 11 casi riguardano persone licenziate dopo 44 mesi trascorsi a lavorare nelle ferrovie – sottolinea Riccardo Antonini, portavoce di Assemblea 29 giugno – Questa scelta aziendale è l’ennesima scelta sbagliata che non ricade solo sulle spalle dei lavoratori che hanno perso il posto ma anche sui passeggeri e sulla loro sicurezza e quella dei lavoratori”. In particolare, i ferrovieri che oggi a Pisa hanno partecipato all’iniziativa rivelano che tra gli 11 lavoratori licenziati ci sono anche “un giovane capotreno pisano che ha partecipato a iniziative sindacali sulla sicurezza e una capotreno di Bologna aggredita in servizio e per questo due volte assente per infortunio”. “La politica dell’a.d. Mauro Moretti – conclude Antonini – è fallimentare sotto tutti i punti di vista, sia per la gestione aziendale che per la mancata sicurezza che continua a esistere sui treni italiani a fronte di una costante riduzione degli organici, per non parlare delle sue frasi sulla strage di Viareggio definita uno ‘spiacevole incidente’. Moretti se ne deve andare”

Be Sociable, Share!
Scritto da Redazione Pisa il 20 aprile 2010 nella categoria Cronaca, Economia, PISA. Puoi seguire i commenti a quest'articolo tramite RSS 2.0 feed RSS. Puoi lasciare un commento, o un trackback dal tuo sito/blog.
Be Sociable, Share!

Lascia un commento