Mister Web Mister Web

Pisa al 9° posto nella classifica nazionale sui bilanci comunali

Pisa – Lente puntata sui bilanci comunali: a Pisa, conti rinvigoriti da tasse e tariffe. La città della torre pendente si piazza infatti al 9° posto nella classifica nazionale, registrando tra le entrate una media di circa 850 euro per abitante. In pratica le casse comunali vengono rifocillate da consistenti somme derivanti da tasse, tariffe, diritti e tributi speciali, compresa la compartecipazione Irpef. Pisa si conferma quindi una delle città toscane dopo Firenze, con le tassazioni più alte.
Si tratta comunque di una ricchezza relativa, per carità, considerato il panorama, in cui tutti i sindaci sono alle prese con i tagli di risorse e le richieste progressive del patto di stabilità. Ma le differenze su scala nazionale comunque ci sono e sono sostanziose. Si tratta di numeri cruciali che offrono tra l’altro anche i primi calcoli su costi e fabbisogni in vista di un federalismo fiscale. E a proposito di profonde differenze, nella graduatoria delle entrate , Livorno è ben distante da Pisa: la città labronica si piazza infatti al 77° posto , facendo spendere ai propri abitanti per tasse e tariffe quasi la metà rispetto ai pisani. Nel panorama del debito poi entrambe le città non sono messe male: Pisa risulta più esposta con le banche rispetto a Livorno, ma su scala nazionale non ci si può certo lamentare. E adesso veniamo al capitolo spese. È sempre Pisa a spiccare non per merito tra le prime città in Toscana: relativamente infatti alle spese per la gestione ordinaria della macchina comunale e dei servizi che eroga, la città della torre pendente sborsa 1177 euro per abitante rispetto ai 903 di Livorno. Ovviamente c’è da considerare che i servizi pisani erogati sono molti e devono soddisfare svariate richieste di turisti, studenti (davvero una moltitudine) e di cittadini effettivamente residenti. Infine altro tasto dolente sono i costi istituzionali: si tratta del costo diretto dei servizi per giunta, consiglio comunale e circoscrizioni (queste ultime presenti solo a Livorno): anche in questo caso Pisa supera Livorno spendendo 50 euro per abitante.

Be Sociable, Share!
Scritto da Redazione Pisa il 27 aprile 2010 nella categoria Economia, PISA, Politica. Puoi seguire i commenti a quest'articolo tramite RSS 2.0 feed RSS. Puoi lasciare un commento, o un trackback dal tuo sito/blog.
Be Sociable, Share!

Lascia un commento