Mister Web Mister Web

Big Bang in formato laboratorio

Pisa – Ingegneri, fisici e scienziati. Tutti pisani e tutti col fiato sospeso in attesa del grande evento.
I fasci protonici si scontrano e nasce il Big Bang in formato laboratorio.
Lo storico esperimento è avvenuto al Cern di Ginevra ma porta le firme di più di cento pisani a capo di tre progetti che controllavano in remoto alcune macchine e avevano il compito di registrare la traiettoria delle particelle che si erano create dopo la collisione.
Si parla di uno dei più importanti esperimenti della storia. La possibilità di ricreare la nascita della terra e di svelare i misteri dell’universo.
Ma come è stato possbile tutto ciò?
Nell’accelleratore più grande del mondo – lungo 27 km - due fasci di protoni sono stati lanciati alla velocità della luce e scontrandosi all’energia di 7000 miliardi di elettrovolt hanno ricostruito le condizioni della nascita dell’universo.
Oggi alle 16.30 a Palazzo Gambacorti ne parleranno il Sindaco Filippeschi e alcuni dei protagonisti dell’esperimento.
Inoltre ci saranno delle connessioni con l’INFN di Pisa e il CERN di Ginevra con Guido Tonelli e Vincenzo Cavasinni.
Così Pisa si conferma ai vertici degli studi sulla fisica, a partire dal celebre Enrico Fermi che studiò sotto la Torre.

Be Sociable, Share!
Scritto da Redazione Pisa il 28 aprile 2010 nella categoria Arte e cultura, PISA. Puoi seguire i commenti a quest'articolo tramite RSS 2.0 feed RSS. Puoi lasciare un commento, o un trackback dal tuo sito/blog.
Be Sociable, Share!

Lascia un commento