Mister Web Mister Web

Semafori intelligenti

Grande week end per il Primo maggio, nella e dalla nostra città. Molti i Pisani partiti, insieme agli studenti fuorisede, per il lungo ponte vacanze. Ma moltissimi i pisani che, rimasti in città, hanno affollato il Litorale, il Parco di San Rossore, la collina. In città l’hanno fatta da padroni i turisti, italiani e stranieri, approfittando dei musei aperti. Affollatissima, ma questa non è una novità, la Piazza dei Miracoli.
Tutto bene, anzi benissimo dunque?

Sembrerebbe di sì se non fosse per il semaforo del “Ponte del Cep”. Sarebbe scorsa meglio la fila (10 minuti nel momento peggiore) se i tempi del semaforo fossero stati regolati meglio?

Cerchiamo di capire.

I semafori a Pisa sono 46, in diminuzione per la realizzazione delle rotatorie. Per esempio, nel prossimo futuro, saranno realizzate quella sull’Aurelia (zona Lilly) e quella di via Conte Fazio abolendo i semafori che oggi presidiano quegli incroci.
Di questi 46, 11 semafori sono già centralizzati , e circa 23 quelli centralizzabili in poco tempo. Cosa vuol dire centralizzabili? Vuol dire che si può regolare , per esempio, da un unico posto di comando, l’intervallo fra verde e rosso. Questa possibilità va di pari passo con la rilevazione istantanea dei flussi di traffico rivelabili dalla Pisamo attraverso la lettura dei 22 pannelli posti in tutte le vie d’accesso a Pisa. Gli ultimi cartelli da porre sono quelli di Via Conte Fazio e Lungarno Cosimo Primo.

E’ questa lettura che permetterà di individuare correttamente i tempi semaforici. Dei semafori della città si occupa , con controllo di Pisamo, AVR, l’azienda che gestisce il Global Service.Sia della manutenzione che dei tempi semaforici. Il Primo Maggio, che il 2 domenica il problema non si è posto, nessuna indicazione è giunta ad AVR per l’intervento di allungamento del verde al semaforo di Via 2 Arni  (CEP). Con la consapevolezza che per i grandi ponti festivi, per e dal litorale, nelle ore degli arrivi o dei rientri, è difficile azzerare le file.

Ma il Comune di Pisa sta pensando a risolvere del tutto la questione; fra poco sarà possibile conoscere i flussi del traffico strada per strada e sarà dunque possibile individuare al ,meglio i tempi del semaforo. Sarà il coordinamento dei Vigili Urbani con AVR e Pisamo a decidere. E’ probabile che il cambio dei tempi semaforici in via 2 Arni avrebbe facilitato il rientro fra le 17 e le 20. Fra poco lo sapremo con certezza. Mettendo insieme la conoscenza dei flussi e la centralizzazione dell’intervento sui tempi dei semafori, decisa dai tre soggetti decisivi ( vigili-Pisamo-AVR).

Be Sociable, Share!
Scritto da Redazione Pisa il 04 maggio 2010 nella categoria Attualità, PISA. Puoi seguire i commenti a quest'articolo tramite RSS 2.0 feed RSS. Puoi lasciare un commento, o un trackback dal tuo sito/blog.
Be Sociable, Share!

Lascia un commento