Mister Web Mister Web

“Destini incrociati”, il romanzo autobiografico di Alessandro Iorio

L'autobiografia di Alessandro Iorio

Pisa – Venerdì prossimo, 7 maggio alle 17,30,  presso la Biblioteca Comunale, lungarno Galilei, 42,  si svolgerà il dibattito: “Tra natura e cultura: percorsi all’interno dei legami biologici e non, simbolismi, vissuti e legislazione”,  che trae spunto dal romanzo autobiografico di Alessandro Iorio: “Destini incrociati”.

E’ la storia di un giovane che parte alla ricerca del padre e scopre di avere fratelli e sorelle. Dopo tanti anni la famiglia si allarga, ma le vicende che si susseguono porteranno Alex, il protagonista, a rendersi conto che la situazione è molto più grave e complicata di quella che si aspettava.

Il dibattito sarà condotto da Daniela Lucatti, psicoterapeuta, Massima Baldocchi, avvocata e Teresa Lorito, psicoanalista.

Introdurrà l’Assessore alla Cultura del Comune di Pisa, Silvia Panichi.

Be Sociable, Share!
Scritto da Redazione Pisa il 05 maggio 2010 nella categoria Arte e cultura, Eventi, PISA, Presentazione libri. Puoi seguire i commenti a quest'articolo tramite RSS 2.0 feed RSS. Puoi lasciare un commento, o un trackback dal tuo sito/blog.
Be Sociable, Share!

5 Commenti a ““Destini incrociati”, il romanzo autobiografico di Alessandro Iorio”

  1. armanda gennaio 18th, 2011, 14:23

    sono molto curiosa di sapere quali sono gli aspetti gravi e complicati che non si aspettava, forse una mancata eredità? quando l’avrò letto sicuramente ricommenterò

  2. alessandro marzo 24th, 2011, 12:46

    cara signorina, credo che Lei non sia tanto lungimirante e Si limita prettamente all’economicità della vita.

    L’AUTORE

  3. armanda novembre 8th, 2011, 18:25

    le cose lasciate a metà non mi sono mai piaciute, tanto meno le scomparse arrivederla “autore”

  4. armanda novembre 8th, 2011, 22:19

    provo a scrivere eliminando la rabbia e il rancore, non mi limito alla economicità della vita, e provo a spiegarlo.
    non riesco a capire il perchè della scomparsa di Alex nella vita di Alison, forse quella ragazza era troppo giovane per pesare al meglio le parole, o troppo stronza per dirle non lo so, so solo che ora Alison è cresciuta, e che vorrebbe, se fosse possibile capire il perchè della scomparsa di Alex dalla sua vita, e nella vita, quella reale non ci sono alias, ma nomi, tu alessandro ed io armanda, che abbiamo vissuto emozioni insieme, ma credimi non passa neanche un mese che il mio pensiero non vada a te, a quel fratellone che mi teneva per mano come una fidanzata, come una ragazza da proteggere, ora dov’è? cosa ha fatto allontanare alessandro da armanda? se è stato un mio atteggiamento o altro vorrei solo saperlo, tutto qui ,e ti chiedo anche scusa, questo è purtroppo l’unico modo che ho per comunicare con te, spero tu stia bene, ti ho voluto un bene immenso, e te ne voglio ancora, ciao ciù ciù

  5. armanda novembre 14th, 2011, 22:16

    bhè, sicuramente con la rabbia e tanto rancore si dicono cose spiacevoli che alle volte non si pensano, frasi delle quali ci si pente, ma purtroppo ormai quel che è detto è detto, nella vita si cresce, e anche Alison ha imparato che è vero che la vita è crudele alle vote, non si capacita ancora del perchè alex sia sparito dalla sua vita, ma nella mia non ci sono alias, ma ci sono io Armanda e te Alessandro, che per molto tempo hanno vissuto e hanno provato a essere fratello e sorella, andavano in giro passeggiando per le vie di napoli di notte, parlando fino all’alba, mano nella mano come due fidanzatini, ma ora non ci sono più, vorrei semplicemente un dialogo, anche fosse l’ultimo, perchè io non so cosa sia successo tra di noi, se ho detto o fatto qualcosa che ti ha infastidito a tal punto, te ne chiedo scusa, volevo solo farti sapere, dato che questo è il mio unico modo che ti ho voluto un sacco di bene, e che te ne voglio ancora, e che mi mancano un sacco i momenti passati insieme, si scresce, si cambia, si cercano nuove strade ma io non penso di riuscire a smettere di pensarti, ciao Alessandro ti voglio bene, scusa se uso questo modo ma è l’unico per comunicare con te…spero tu stia bene ciao….

Lascia un commento