Mister Web Mister Web

Fabio Beltram eletto direttore della Scuola Normale Superiore

Pisa – Fabio Beltram succederà a Salvatore Settis, a capo della famosa scuola di eccellenza dal 1999. Rimarrà in carica 4 anni. La sua politica nel segno della continuità con il suo predecessore: fare della Normale un punto di riferimento internazionale per quanto riguarda ricerca e didattica

La fumata bianca nella mattinata di oggi mercoledì 5 maggio. Beltram Ha ricevuto 31 preferenze su 54 aventi diritto, 22 preferenze sono andate a Riccardo Barbieri, una scheda bianca

Chi è Fabio Beltram

Laureato in Fisica e in Ingegneria Elettronica ha svolto attività di ricerca negli USA presso i Laboratori Bell dal 1986 al 1991 e quindi -dal 1992- presso la Scuola Normale Superiore dove è Professore Ordinario di Fisica della Materia e Direttore del Laboratorio NEST. 
Attualmente è Vice Direttore della Scuola Normale Superiore, Responsabile di IIT@NEST Center for Nanotechnology Innovation, Vice Presidente della Fondazione Toscana Life Sciences e Responsabile del Progetto Nanoscienze del CNR. Fabio Beltram è Fellow della American Physical Society e Senior Member di IEEE.

Fabio Beltram svolge con il suo gruppo attività di ricerca su un ampio spettro di tematiche nel campo della nanoscienza e della nanotecnologia e i suoi risultati sono apparsi in circa duecentocinquanta pubblicazioni su riviste internazionali e brevetti europei e internazionali. Da sempre si è occupato di fisica e applicazioni delle nanostrutture di semiconduttori e ibride superconduttore-semiconduttore, ma negli ultimi anni ha svolto in modo crescente attività di ricerca in biofisica molecolare per affrontare con l’approccio innovativo della nanoscienza questioni rilevanti di interesse biomedico.

Tra le tematiche attualmente studiate: trasporto coerente in nanostrutture semiconduttrici con enfasi sugli effetti a molti corpi, porte logiche per la computazione quantistica, sorgenti di singoli fotoni per la crittografia quantistica, sorgenti laser nei THz, trasporto balistico nelle nanostrutture anche ibride. Per la ricerca in biofisica molecolare le linee principali sono il disegno e l’applicazione di vettori per il drug delivery, biosensori, nuovi mutanti delle proteine verdi fluorescenti per la proteomica a livello di singola molecola in cellule viventi.

Be Sociable, Share!
Scritto da Redazione Pisa il 05 maggio 2010 nella categoria Attualità, PISA. Puoi seguire i commenti a quest'articolo tramite RSS 2.0 feed RSS. Puoi lasciare un commento, o un trackback dal tuo sito/blog.
Be Sociable, Share!

Lascia un commento