Mister Web Mister Web

Caso Off-Side. Gli interrogatori sull’inchiesta per droga e prostituzione

Pisa – Si sono conclusi nel tardo pomeriggio di oggi nel carcere Don Bosco di Pisa gli interrogatori di garanzia per sei delle dodici persone indagate nell’inchiesta della procura della repubblica di Pisa su droga e prostituzione nel club privato di Ospedaletto “Off-Side”. A tenere le audizioni il giudice per le indagini preliminari Pietro Murano.

Alle sue domande avrebbe risposto per ben 5 ore uno dei due poliziotti, l’ispettore superiore recluso nel carcere di Prato. L’agente avrebbe respinto ogni addebito. Il suo legale, l’avvocato Riccardo Taverniti, sulla base della disponibilità mostrata dal suo assistito presenterà istanza di revoca della misura cautelare o in alternativa chiederà una misura più lieve. Le altre cinque persone, invece, si sarebbero avvalse della facoltà di non rispondere. Mercoledì prossimo saranno interrogate le persone agli arresti domiciliari. Delle dodici persone iscritte nel registro degli indagati, sei sono finite in carcere. Tra queste ci sarebbero appunto i due poliziotti accusati di favoreggiamento della prostituzione e di corruzione. Tra gli altri figurano invece chiamati a rispondere a vario titolo di sfruttamento della prostituzione, spaccio di sostanze stupefacenti e abusivo esercizio di attività di pubblico spettacolo, il proprietario dell’Off-Side e i due gestori. Agli arresti domiciliari si trovano invece un fratello del proprietario del club privato trasformato in night club ed un noto concessionario di auto pisano.

Be Sociable, Share!
Scritto da Redazione Pisa il 10 maggio 2010 nella categoria Cronaca, PISA. Puoi seguire i commenti a quest'articolo tramite RSS 2.0 feed RSS. Puoi lasciare un commento, o un trackback dal tuo sito/blog.
Be Sociable, Share!

Lascia un commento