Mister Web Mister Web

Mai più servizi agevolati a chi non ne ha diritto: ecco il nuovo protocollo fra Pisa e la Guardia di Finanza

Pisa – Mai più servizi agevolati erogati a chi non ne ha diritto. E’ con questo spirito che il Comune di Pisa ha stilato un protocollo d’intesa con la guardia di finanza per controllare meglio quali sono i reali beneficiari delle prestazioni sociali agevolate attraverso la verifica delle dichiarazioni ISEE. Sono due i fronti sui quali il Comune sarà impegnato: fornire elenchi e nominativi di beneficiari sui quali emergono fondati dubbi sulla veridicità delle informazioni e comunicare i casi che possono essere riconducibili a ipotesi di immobili abitati da persone diverse dal proprietario oppure immobili in uso a soggetti non residenti negli stessi.

L’intesa siglata oggi dal sindaco Marco Filippeschi e dal comandante provinciale della guardia di finanza, Marcello Montella, renderà possibile incrociare i dati dei normali controlli eseguiti dalle fiamme gialle con le banche dati e i controlli effettuati dal Comune, attraverso la Sepi, la società che svolge le attività di gestione e riscossione delle entrate comunali. “In questo modo – ha detto Filippeschi – individuiamo i furbi e garantiamo trasparenza e correttezza sui prelievi fiscali e sulle erogazioni di servizi”. Nel mirino della guardia di finanza ci sarà l’accesso alle prestazioni sociali agevolate: dai servizi mensa agli asili, dalle agevolazioni sugli affitti concordati. A questo proposito è allo studio un protocollo ad hoc con l’Università di Pisa che fornirà il domicilio degli studenti alla guardia di finanza per combattere gli affitti al nero.

Be Sociable, Share!
Scritto da Redazione Pisa il 11 maggio 2010 nella categoria Cronaca, PISA. Puoi seguire i commenti a quest'articolo tramite RSS 2.0 feed RSS. Puoi lasciare un commento, o un trackback dal tuo sito/blog.
Be Sociable, Share!

Lascia un commento