Mister Web Mister Web

Energia

Pisa – Giovedì 13 maggio Pisa ha vissuto una giornata a parlare di Energia Solare. Comune e Anter, Associazione Nazionale Tutela Energie Rinnovabili, hanno promosso una serie di iniziative rivolte ai bambini perché, come dice l’assessore Marilù Chiofalo, “il rispetto per l’ambiente è un valore che va insegnato soprattutto ai più piccoli, i veri protagonisti del futuro”.  Molte le associazioni che hanno aderito tra cui la “Canottieri Arno” con una sfilata di canoe, e tutte le istituzioni scientifiche della città, animatrici della Tavola Rotonda “Energie alternative tra Ambiente ed Economia”.

E a Pisa quanto solare c’è? Fino all’anno scorso la nostra città non brillava. L’unico impianto presente era il solare termico della scuola dell’infanzia ex-Rosellini in via di Puglia. Ma negli ultimi mesi c’è stata un’impennata. Sono appena stati inaugurati due impianti, alle scuole Gamerra di Riglione e Putignano, rispettivamente di 8 e 14 kw circa. Inoltre entro fine anno entreranno in funzione altri due impianti su edifici scolastici: alle medie Fucini in via Fratelli Antoni (14kw circa) e alle materne Agazi ai Passi (10kw). Inoltre al parcheggio dell’Ospedale di Cisanello si stanno montando pannelli sulle tettoie. Per finire con il parco fotovoltaico ai Navicelli, che con i suoi 3,7 MW è destinato a diventare il più grande della Toscana.
Per quanto riguarda l’edilizia privata, a Pisa dal 2000 ad oggi sono state richieste autorizzazioni per 40 impianti solari termici e 120 di solare fotovoltaico.

Ma forse non tutti sono convinti dell’investimento in energia solare, proprio per questo l’iniziativa di giovedì è stata importante. Molti cittadini infatti hanno potuto chiedere ai volontari ANTER informazioni dettagliate sull’installazione di pannelli fotovoltaici sulle proprie abitazioni. Lo ha fatto anche Pisainforma intervistando Simona Baracico.

Installare il solare è conveniente? Grazie agli incentivi statali sicuramente sì. Facciamo un semplice calcolo. Installare un impianto da 3kW costa 18000 euro. L’incentivo statale è di 0,42euro al kilowattora. Un impianto da 3 kW produce 4200 kilowattora. Facendo il calcolo l’incentivo statale corrisponde a 1800 euro l’anno, e dura 20 anni. In più ogni anno si calcola un risparmio dalla bolletta Enel di 700 euro. Un guadagno annuo di 2500 euro, il che significa che in 7 anni si recupera tutto l’investimento iniziale. E in 30 anni, la durata media di un impianto, si arriva a guadagnare 40000 euro. Non installando nulla invece nello stesso periodo si pagherebbero 20000 euro di bolletta della luce. In più se non si possiedono i soldi per l’investimento iniziale, le ditte migliori propongono finanziamenti a rate che permettono di non pagare praticamente nulla, nel senso che l’incentivo statale va direttamente a coprire le rate.

Bene, sono convinto, ci penso ancora un po’ e magari il prossimo anno… No, purtroppo bisogna sbrigarsi, gli incentivi scadono a fine 2010, data entro cui l’impianto deve essere funzionante. La speranza è che il governo prima o poi rinnovi gli incentivi.

Come faccio a decidere a quale azienda produttrice di pannelli è meglio rivolgermi? Le aziende sono molte, e varia è anche la qualità degli impianti. Il consiglio è rivolgersi a noi, ad ANTER, che abbiamo un quadro completo dei produttori.

Be Sociable, Share!
Scritto da Redazione Pisa il 13 maggio 2010 nella categoria Attualità, PISA, Prima Pagina. Puoi seguire i commenti a quest'articolo tramite RSS 2.0 feed RSS. Puoi lasciare un commento, o un trackback dal tuo sito/blog.
Be Sociable, Share!

Lascia un commento