Mister Web Mister Web

Federazione PdL-Centrodestra: Dubbi sulla manovra Sepi

Santa Croce Sull’Arno - “Visto che le nostre richieste formulate durante il Consiglio Comunale non trovano mai risposta compiuta, ma preso atto che il Sindaco è molto più attento alle nostre dichiarazioni a mezzo stampa alle quali risponde puntualmente quasi fosse morso dalla tarantola proviamo a rinnovare alcune nostri quesiti a cui ne aggiungiamo un altro fresco fresco di manovra finanziaria il tutto a riguardo dell’esternalizzazione del servizio tributi.

•    Ci piacerebbe sapere una volta per tutte ed in modo esauriente e certo e  non “spannometrico” come quello fornitoci in Consiglio Comunale, se esiste un reale risparmio per le casse del Comune nell’affidare esternamente la gestione del servizio tributi. Dai dati in nostro possesso ci risulta che il Comune di Santa Croce avrà un costo maggiore intorno ai 40 mila euro all’anno.

• Perchè non  chiarite una volta per tutte il motivo per il quale vengono trasferiti,  non su base volontaria come sarebbe giusto, solo due dipendenti  e non tutto l’organico del servizio tributi? Visto che il servizio tributi dovrà essere tolto dalla pianta organica l’Amministrazione Comunale dovrebbe necessitare di minor personale, avendo un servizio in meno da gestire. Perchè i sindacati non hanno ancora sottoscritto l’accordo?

• Come intende, la nostra Amministrazione Comunale, operare nell’ambito alla lotta all’evasione fiscale visto che il decreto legge sulla manovra finanziaria 2011/2012 prevede il potenziamento della cooperazione tra il Comune e l’ Agenzia delle Entrate in chiave antievasione ora che l’ufficio tributi scompare. Avete intenzione di affidare questo delicato compito a Sepi ? E’ da notare che al Comune viene riconosciuto il 33% delle cifre evase e recuperate.

Queste nostre tre domande vogliono mettere in risalto ancora una volta che la Giunta Comunale di Santa Croce opera  scelte senza  una strategia ed una logica.

Continuano a sfuggirci i reali motivi di questa operazione di esternalizzazione che così come è fatta è un costo suppletivo per la nostra Amministrazione; forse l’unica spiegazione è che per mantenere i 60 dipendenti, a fronte dei 40 di Equitalia in tutta la provincia di Pisa, S.E.Pi. deve cercare nuovi clienti per evitare di operare negli anni futuri in perdita e  la nostra Amministrazione è caduta nelle lusinghe di super-efficienza di questa società, ( o forse ha anche obbedito a logiche di scuderia) ancora tutta da dimostrare , viste anche le vicende apparse in questi giorni sulla stampa che  riguardano la stessa S.E.Pi”.

Be Sociable, Share!
Scritto da Redazione Pisa il 01 giugno 2010 nella categoria Politica, VALDARNO. Puoi seguire i commenti a quest'articolo tramite RSS 2.0 feed RSS. Puoi lasciare un commento, o un trackback dal tuo sito/blog.
Be Sociable, Share!

Lascia un commento