Mister Web Mister Web

Bellini:”Dieci milioni per la parata del 2 Giugno potevano essere investiti per la disoccupazione”

Santa Croce sull’Arno - “La parata militare di oggi, 2 giugno, festa della repubblica, costa allo Stato, cioè a noi cittadini che paghiamo regolarmente le tasse, circa 10 milioni di euro, che corrispondono più o meno all’equivalente dell’indennità di disoccupazione per circa 32.000 precari. Basterebbero questi semplici dati per mostrarne non solo la sua insensatezza ma anche la sua immoralità, in tempi dove molti cittadini e molte famiglie non riescono a mettere insieme il pranzo con la cena.

Non ci sono i soldi per gli enti locali, né per gli ammortizzatori sociali, per i servizi sociosanitari, per il Museo della Liberazione a Roma, per i musei o le fondazioni, per il sistema cultura nel suo complesso, ma Tremonti non solo ci fa pagare 10 milioni di euro per la sfilata di carri armati, missili, e truppe di assalto, ma ben 24 miliardi di euro (come l’ultima manovra di macelleria sociale appena varata) per sostenere un mastodontico corpo delle forze armate (in tempi di “pace”) formato da 180.000 persone dove i graduati sono più numerosi dei soldati semplici. Si stanziano inoltre 16 miliardi di euro per produrre i bombardieri F35, con cui lo Stato italiano – e noi contribuenti – finanzieremo la Loocked e la Finmeccanica, piuttosto che – ad esempio – un nuovo piano di edilizia popolare volto a rispondere al sempre maggiore disagio abitativo di rilevanti fette di popolazione.

Si vogliono ridurre sprechi e spese inutili? Si cominci, come minimo, con l’abolire questa odiosa sfilata militare, come fece l’amatissimo Presidente della Repubblica Sandro Pertini, socialista e partigiano, per ben sei anni consecutivi.
E si festeggi l’unità repubblicana, bene necessario, con un rinnovato intervento pubblico per rispondere ai bisogni dei cittadini e non a quello delle multinazionali che commerciano armi”

Be Sociable, Share!
Scritto da Redazione Pisa il 02 giugno 2010 nella categoria Politica, VALDARNO. Puoi seguire i commenti a quest'articolo tramite RSS 2.0 feed RSS. Puoi lasciare un commento, o un trackback dal tuo sito/blog.
Be Sociable, Share!

Lascia un commento