Mister Web Mister Web

Pontedera: l’ordinanza del Sindaco sugli orari degli esercizi di vendita al dettaglio in sede fissa

Pontedera – Ecco la parte dispositiva della ordinanza n. 87 del 26 aprile 2010 del Sindaco Simone Millozzi.

1) – di abrogare le proprie precedenti ordinanze:

  • n. 241 del 10/08/00;
  • n. 149 del 10/06/02;
  • n. 4 del 07/01/04;

2) – di determinare gli orari di apertura e chiusura al pubblico degli esercizi di vendita al dettaglio in sede fissa, come di seguito indicato:

  1. – L’apertura non potrà avvenire prima delle ore 7,00 (sette) e la chiusura oltre le ore 22,00 (ventidue). Nel rispetto di tali limiti l’esercente può liberamente determinare il proprio orario, non superando comunque le tredici ore giornaliere.
  2. – L’operatore ha la facoltà di derogare all’obbligo di chiusura domenicale e festiva come da calendario che di anno in anno, con apposita ordinanza, sarà stabilito di concerto con le organizzazioni sottoscrittori del protocollo di intesa citato in premessa.
  3. – L’orario seguito dagli esercenti dovrà essere esposto in modo ben visibile all’esterno dell’esercizio mediante cartelli o altri mezzi idonei all’informazione, unitamente alla indicazione dell’eventuale turno di chiusura.
  4. – La mezza giornata di chiusura infrasettimanale è resa facoltativa.
  5. – Gli esercizi del Settore Alimentare, nel caso di più di due festività devono garantire l’apertura al pubblico nella fascia oraria compresa tra le ore 7,00 e le ore 13,00. La facoltà di apertura antimeridiana è estesa, a scelta, in uno degli ultimi due giorni.
  6. Tali aperture non dovranno coincidere con le festività del 1 gennaio, 25 aprile, 1 maggio, Pasqua e Lunedì dell’Angelo, 15 agosto, 25 e 26 dicembre.

    E’ data facoltà all’esercente di effettuare la chiusura del proprio esercizio, presentando apposita e motivata istanza. La stessa sarà valutata tra tutte le domande pervenute, a giudizio insindacabile di questa Amministrazione.

  7. – Nel mese di dicembre è facoltativa l’apertura nei giorni festivi e domenicali.
  8. – Il giorno del Santo Patrono non ricorre l’obbligo di chiusura.
  9. – Gli esercenti la vendita dei generi del settore non alimentare, possono rimanere aperti in occasione della presentazione di nuovi prodotti, previa comunicazione all’Amministrazione Comunale, da presentarsi almeno 10 giorni prima, con esclusione assoluta di ogni forma di vendita, solo a scopo pubblicitario.
  10. – Gli artigiani esercenti la vendita al dettaglio nei locali di produzione o nei locali a questi adiacenti dei beni di produzione propria, dovranno rispettare gli orari di cui al presente provvedimento. Detti orari dovranno essere pubblicizzati e quindi renderli noti al pubblico mediante apposizione di adeguato cartello con l’indicazione dell’eventuale turno di chiusura.
  11. – Gli industriali per la vendita nei locali di produzione o nei locali a questi adiacenti dei beni da essi prodotti, purchè i locali di vendita non superino le dimensioni di un esercizio di vicinato, dovranno rispettare gli orari di cui al presente provvedimento. Detti orari dovranno essere pubblicizzati e quindi renderli noti al pubblico mediante apposizione di adeguato cartello con l’indicazione dell’eventuale turno di chiusura.
  12. – Gli esercizi che esercitano attività di: rosticceria, gelateria, yogurteria, friggitoria, pizzeria, gastronomia, pasticceria, ed i laboratori artigianali esclusivamente adibiti alla produzione e vendita dei generi sopra indicati, hanno la facoltà di osservare gli stessi orari stabiliti per le attività di somministrazione di alimenti e bevande di cui all’art. 41 della L.R.T. 28/05 e s.m.i., fermo restando che l’orario di attività deve essere ricompresso inderogabilmente fra le ore 7,00 e le ore 1,00. Tali attività devono essere svolte in maniera esclusiva e/o prevalente rispetto ad altre attività eventualmente esercitate all’interno dello stesso locale.
  13. – Nel mese di Luglio nell’ambito della manifestazione denominata “Shopping sotto le stelle”, gli esercizi potranno rimanere aperti al pubblico fino alle ore 23,30, nei giorni che saranno concordati con le Associazioni di categoria di anno in anno.
  14. – Le disposizioni di cui al presente provvedimento non si applicano alle attività di cui all’art. 86 della L.R.T. n. 28/05 e s.m.i., qualora le attività di vendita siano svolte in maniera esclusiva o prevalente.
  15. – Resta comunque confermato l’obbligo di chiusura totale per tutte le attività commerciali in sede fissa, anche per quelle di cui al punto m), per i seguenti giorni:
  16. 1 GENNAIO – PASQUA – LUNEDI’ DELL’ANGELO – 25 APRILE – 1 MAGGIO – 15 AGOSTO – 25 E 26 DICEMBRE.

    Sono escluse le attività di cui al punto k) nel caso in cui optino per l’orario degli esercizi di somministrazione alimenti e bevande.

  17. – L’inosservanza degli orari è punita con le sanzioni di cui all’art. 102 della L.R.T. N. 28/05 e s.m.i. Sono applicate anche altre norme e sanzioni in quanto riconducibili alla materia del presente provvedimento.

Per consultare l’ordinanza completa, clicca qui.

Be Sociable, Share!
Scritto da Redazione Pisa il 30 aprile 2010 nella categoria Economia, PONTEDERA. Puoi seguire i commenti a quest'articolo tramite RSS 2.0 feed RSS. Puoi lasciare un commento, o un trackback dal tuo sito/blog.
Be Sociable, Share!

Lascia un commento