Mister Web Mister Web

Frana sulla Strada Comunale: il Sindaco di Volterra richiede lo stato di emergenza

Volterra – Il sindaco di Volterra richiede lo stato di emergenza per la frana di Doccia. Venerdì 7 Maggio, verso le 6.10 del mattino si è verificata una frana per crollo nella parte alta della Strada Comunale “La Frana”, unica via d’accesso alla Strada Vicinale di Doccia, dove abitano 12 nuclei familiari e dove insistono alcune strutture agrituristiche. Il dissesto è identificabile come una frana per crollo, avvenuta su una parete naturale circa verticale, costituita prevalentemente da sabbie ben addensate e in misura minore da massi e livelli di rocce calcarenitiche. Il crollo, che per sua natura agisce in maniera istantanea, ha coinvolto circa 400 metri cubi di terreno e massi, precipitati quasi completamente sulla carreggiata stradale e, in misura assai limitata, nel campo adibito ad oliveto posto a valle della strada. Il dissesto ha interessato un fronte di circa 16m di lunghezza per l’altezza dell’intera parete, che in quel tratto misura circa 17m.

Nel 1992, in seguito ad un ulteriore dissesto avvenuto circa 200m più a valle, questa parete naturale fu oggetto di un intervento di  consolidamento e messa in sicurezza da parte dell’Amministrazione Provinciale, che procedette all’inserimento di chiodature e tiranti nel settore posto a quota più bassa, mentre la parte in corrispondenza del crollo attuale fu parzialmente contenuta con una rete metallica destinata a trattenere rocce lapidee di piccole e medie dimensioni in caso di eventuali distacchi. Questa misura naturalmente ha potuto ben poco a fronte del dissesto di questi giorni che,  coinvolgendo un’elevata quantità di terreno e alcuni massi di grosse dimensioni, ha ovviamente divelto la rete per un buon tratto. Dalle prime analisi eseguite a più riprese in questi giorni dai tecnici comunali e da esperti geologi, la parete attualmente risulta in precarie condizioni di stabilità, sia a causa della scarsa coerenza dei materiali che la costituiscono sia a causa della presenza di fratture e giunti che nel tempo hanno parzialmente disarticolato l’ammasso. Hanno certamente aggravato la situazione la quantità e la persistenza delle precipitazioni meteoriche avvenute recentemente che, imbevendo i terreni in profondità, hanno determinato l’appesantimento della parete, favorendo contemporaneamente la progressione di fenomeni erosivi e di sifonamento. La situazione resta inoltre ammantata da un certo grado di incertezza, dovuta alla scarsa visibilità delle condizioni di gran parte del fronte della parete naturale coperta da vegetazione infestante e dalla estrema variabilità delle condizioni metereologiche. Per queste ragioni l’amministrazione Comunale, volendo salvaguardare la sicurezza del passaggio lungo la strada e di un fabbricato adibito ad abitazione posto circa 40m più a valle del luogo in cui è avvenuto il crollo, sentito il parete dei tecnici e degli esperti, ritiene necessario come primo provvedimento cautelare l’inserimento di una barriera paramassi al piede della parete naturale, almeno per il tratto a maggiore pendenza e giudicato più vulnerabile. Dopo questo primo intervento, si renderà necessaria la pulizia della parete dalla vegetazione, quindi il rilievo dettagliato dello stato dei materiali al fine di predisporre eventuali interventi successivi.  Grazie  all’assessore regionale Bramerini e all’assessore provinciale Picchi per il pronto interessamento e la disponibilità espressa a seguire la vicenda.

Be Sociable, Share!
Scritto da Redazione Pisa il 12 maggio 2010 nella categoria Cronaca, VOLTERRA. Puoi seguire i commenti a quest'articolo tramite RSS 2.0 feed RSS. Puoi lasciare un commento, o un trackback dal tuo sito/blog.
Be Sociable, Share!

Lascia un commento